L’Archeoparco del Basileus è un parco archeologico situato presso Baragiano (PZ) in un’area verde attrezzata riconducibile a spazio urbano tematico che esalta la vocazione di luogo di eccellenza della natura e della cultura.

Il parco comprende un’area archeologica sede di numerosi ritrovamenti, tra cui la tomba del Basileus risalente al VI secolo a.C.. Il re del locale popolo lucano dei Peuketiantes, che visse qui 2.500 anni fa, venne seppellito con armi di tipo greco (elmo, scudo, spada e punta di lancia) e le ceramiche e il calderone del corredo funebre sono decorati con storie di Eracle, Dioniso e Teseo.

L’Archeoparco del Basileus propone diverse chiavi di lettura, culturale, scientifica, didattica e ludica per avvicinare il pubblico alla conoscenza dell’antichità e della storia.

L’Archeoparco è una porta d’ingresso per un viaggio nella storia e nel mito attraverso l’archeologia lucana, un viaggio che si svolge per mezzo di allestimenti scenografici e musiche di accompagnamento, in un percorso emozionale e trasversale nel tempo creato con l’obiettivo di sorprendere, divertire e far apprendere attraverso oggetti, situazioni, simboli nascosti, enigmi e giochi che forniscono uno spaccato della Basilicata compreso tra il VI e il IV secolo a.C.

Il parco si presenta come un “libro” illustrato, la cui finalità è quella di avvicinare il visitatore all’archeologia e alla cultura degli scavi. Partendo dagli elementi basilari dell’archeologia e dalla presentazione di un esempio di scavo, il percorso si snoda in una serie di tappe, ognuna delle quali offre la visione di “pezzi archeologici” presentati o “evocati” in modalità, tecnologie e linguaggi rappresentativi vari.